Tozzetti e Passito di Pantelleria

Ieri sera ho invitato a cena mio fratello. Tutto normale, abbiamo vissuto insieme per anni. Peccato che:
- era un anno che non viveva in Italia
- era un anno che non cenava in casa mia
- un anno fa è stato il primo sfortunato ospite della nostra tavola, sfamato al volo, a base di paella congelata acquistata da Carrefour 
- quella volta ha mangiato tutto in silenzio, ha anche avuto il buon cuore di fare il bis, dopodichè c'ha salutato ed è emigrato (ma non voglio pensare di esserne stata io la causa)
- lui di lavoro fà lo chef

Certo di acqua ne è passata sotto i ponti, di cene improvvisate ne ho preparate e soprattutto di paella surgelata non ho più sentito nemmeno l'odore ma, vuoi il tempo che manca visto che ieri era giovedi e ho lavorato tutto il giorno, vuoi che lui è uno chef  (e, si sa, gli chef sono tutti uguali: gli chef sono incontentabili di professione) comprenderete che un secondo invito creava in me una sottile ansia.
L'antipasto è stato un ovvio carpaccio di zucchine perchè io sono fatta così: se amo un piatto tutti devono provarlo perchè tutti devono avere l' opportunità di amarlo tanto quanto me.
Il primo è stato un piatto delizioso che mi ha insegnato la mia amica T. in cui uno degli ingredienti principali è il pesto ma....non è l'unico (foto e ricetta domani!)
A questo punto, considerando che sia io che lui mangiamo poco a cena, siamo passati al dolce.
Di solito nei feriali faccio il tortino di cioccolato dal cuore morbido: si prepara anche in anticipo, si cuoce in 10 minuti, la gente quando lo vede non capisce più nulla, lo assaggia e l'affetto che prova nei miei confronti aumenta esponenzialmente, poi mi chiede la ricetta e riceve il ben servito andando via triste e insoddisfatta ma con una strana voglia di....tornare (sintetizzando il tortino è come "nà droga")
Tutto normale, se non fosse che è proprio mio fratello che mi ha passato la ricetta..............
A quel punto lo spirito di sopravvivenza misto a capacità di adattamento e condito da una buona dose di fortuna mi hanno fatto partorire un dessert alternativo.
Tozzetti e Passito di Pantelleria.
Il dolce e la meditazione.
Semplice ma non del tutto scontato.
Secco ma garbato.
Adatto al gusto di uno chef e ai tempi di sua sorella.

Meditate gente, meditate
Generale - Francesco De Gregori Link You Tube

Share this:

CONVERSATION

2 commenti: