D - A - T - E - L - A



Datela, vi prego,
datela ai vostri mariti, compagni, fidanzati.
Dategliela come se ne aveste due,
come se non fosse vostra
ma - per favore - datela.
Perché se non gliela date voi,
loro proveranno a chiederla a noi.
Noi, le single, le libere, le  i n d i p e n d e n t i.
Ora, non è che single/libera/indipendente equivalga obbligatoriamente a "pastura per uomini impegnati".
Ma loro verranno da noi, perché noi siamo il loro sogno proibito,
l'ideale su cui sfogare le loro frustrazioni (che derivano da voi, ovviamente).
Perché se voi non la date loro da qualche parte se l'andranno comunque a prendere,
tutti
sempre.
Statene certe.
E' fisiologico, è animalesco. E' amorale? Caxxi vostri, è la natura.
Ma a noi chi ci pensa?
Noi che ce ne facciamo di un uomo a metà?
di un uomo impegnato?
Ma, soprattutto, se voi che ve lo siete preso non gliela date più, spiegateci perché dovremmo dargliela noi? 
Noi che meritiamo un uomo al 100%, un uomo intero e non parzialmente scremato (cit.), noi che vogliamo un uomo single/libero/indipendente insomma, un uomo che non sia troppo terrorizzato al pensiero di avvicinarsi a una donna...
Lasciateci libere di fare la nostra vita,
senza doverci districare tra
chat inopportune 
e messaggi molesti
di queste povere creature affamate.
Riprendete nei vostri letti,
quello che è vostro,
riportate i porci nel vostro recinto,
piccole sbadate maghe Circe,
toglieteceli di dosso, letteralmente.
Toglieteci i loro desideri, i loro sogni, le loro frasi, i loro pensieri, i loro approcci.
Avete voluto un triciclo per stare comode in questa vita?
E allora pedalate
e lasciateci sul nostro monopattino traballante
che si guida a stento
ma ci porta lontano
single, libere e indipendenti.

Share this:

CONVERSATION

1 commenti: