Torta di mele con brandy e cannella

Leggi questo post se...
adori la torta di mele ma credi che il burro sia il male assoluto



Oggi ripubblico la mia torta di mele con brandy e cannella, perchè partecipa all'iniziativa promossa da Dolcemente Pisa dove i protagonisti saranno i dolci tipici della tradizione italiana e, nel mio caso specifico, i dolci a base di olio evo. E' infatti con questa che partecipo all'iniziativa Extradolcemente (organizzata proprio da Dolcemente Pisa). La ricetta stessa verrà poi ripresa per esser pubblicata sul libro edito Cinquesensi, presentato il prossimo Febbraio durante la manifestazione ExtraLucca.



Il mio "senso del tempo che passa" è decisamente relativo. Ne ha fatto più volte le spese la mia collega S.T. ed stata proprio lei a farmi notare questa mia bizzarra caratteristica. Io sono in grado di dirti "quel file che t'ho mandato l'altro giorno..." e magari erano passate già due settimane, oppure "ma come? te l'ho detto tre settimane fa!" e c'è grande possibilità che invece fosse ieri. Stessa cosa per la scelta delle espressioni di tempo. La mia regola è usarle a casaccio, le getto lì, all'improvviso, per spiazzare l'avversario l'interlocutore e la maggior parte delle volte ci riesco, lasciandolo interdetto.
Questo m'è accaduto quando ho annunciato ad un follower che avrei scritto "presto" un post che lo riguardava (e ancora aspetta....senza sapere nemmeno di cosa si tratta....) o quando ho promesso a un'altra un post "in settimana" sulla torta di mele, invece sono passati 30 giorni.
Visto che il primo ancora dovrà aspettare... un pochino... va bé... molto... mi concentro sulla seconda a cui propongo, in attesa di quella del crumble di mele di cui non ho ancora trovato nessuna versione che mi soddisfi, la mia ricetta di torta di mele con brandy e cannella. Facile, veloce e gustosa e con la particolarissima caratteristica di avere, tra gli ingredienti, l'olio extra vergine di oliva che riesce - mirabilmente - a sostituire il burro, solitamente tipico grasso da "torta di mele". Stupitevi del risultato!


Ingredienti:
  • 4 uova
  • 300 gr. di farina 00
  • 100 ml di olio extra vergine di oliva*
  • 250 gr. di zucchero
  • 2 mele grandi
  • brandy
  • cannella in polvere
  • una bustina di lievito per dolci
  • un pizzico di sale

Tagliate a fettine le mele (potete utilizzare le vostre mele preferite) e mettetele in un recipiente, bagnandole abbondantemente con il brandy e spolverandole di cannella. Intanto montate uova e zucchero e a fruste spente aggiungete prima l'olio d'oliva e poi la farina, il sale e il lievito setacciati insieme (tutti gli ingredienti vanno amalgamati con cura, muovendo le fruste dall'alto verso il basso). A questo punto potete scegliere voi che tipo di torta ottenere: o mischiate le mele – preventivamente scolate dal brandy - al composto e poi infornate il tutto oppure mettete il composto in una teglia e sopra lo coprite con le mele (che affonderanno un poco ma non totalmente). In ambedue i casi vi consiglio di spolverare la superficie della torta con dello zucchero che, cuocendo, formerà una deliziosa crosticina. Cuocete in forno caldo a 180° per 50 minuti circa.


*io ho usato l'olio extra vergine toscano dell'azienda Agrazia Renello che ha sede in provincia di Siena, nei comuni di Trequanda e Torrita di Siena (cultivar: frantoio, moraiolo, leccino) ma preciso che non ho ricevuto prodotti gratuiti in prova dall'azienda stessa. 

L'allegria giusta per una torta di mele

Share this:

CONVERSATION

5 commenti:

  1. Sperimenterò ;-)
    Avrei alcune domande però:
    1) per bicchiere che misura intendi?
    2) l'olio d'oliva non si sente troppo (io per i dolci uso solo girasole e mais)?
    3) A intuito, considerando la dose di farina, la tortiera dovrebbe essere da 24 cm di diametro, vero?
    Come sai le giuste dosi e proporzioni nei dolci sono fondamentali...
    denghiù :-P

    RispondiElimina
  2. Ciao grazie delle domande che mi permettono di descrivere melgio la rcetta ^_^
    1) per farti capire, metti il classico calice da acqua e riempilo a metà!
    2)no perchè ne và così poco che non lo senti, se preferisci metti doppia dose di quello di emi (però...il semi non sai mai che roba è, io prediligo l'evo del contadino che conosco o delle mie olive)
    3)si è la classica tortiera

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia Nai! deve avere un profumo eccezionale :)
    P.s. abbasso i copioni, nn li sopporto più!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Ciao Sandra! che onore la tua visita sul mio blog! Eh bè, mele cannella e brandy immagina come ti profumano casa quando la cuoci!
    p.s. sensibilissima all'argomento...come ben sai
    A presto!!

    RispondiElimina
  5. Buona buona questa ricetta sicuramente tra qualche mese ci proverò (ovviamente mese sta per giorni) ma che bello che mi citi nel tuo blog :-D ti faccio sempre i complimenti via telefono ma qui non l'ho mai fatto..be' complimenti!! E Cmq ho sempre detto che sei una tipa dalle mille risorse ;-)
    Silvia

    RispondiElimina