Bucatini all'amatriciana

Leggete questo post se...
scorgendo una striscia di guanciale soffritto sulla vostra amatriciana non fuggireste urlacchiando "oddio no, è troppo grasso!"


Facile dire bucatini all'amatriciana, meno facile capire quale sia la ricetta perfetta, la ricetta originale, quella che se vai ad Amatrice anche i bambini conoscono.
Guanciale o pancetta, strutto o olio di oliva, passata o pelati, la disputa è aperta, e io non son qui a darvi la vera ricetta dell'amatriciana (credavate eh!) ma a darvi la nostra personale interpretazione di quello che riteniamo essere un'ottima amatriciana.
Ingredienti (per due persone affamate):
  • 180 gr di bucatini 
  • 400 gr di pelati
  • una quantità a piacimento di guanciale
  • una bella manciata di pecorino romano DOP grattugiato al momento
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • olio evo
  • sale
  • peperoncino/pepe q.b.
Prima di tutti tagliate il guanciale a striscioline. L'amatriciana vuole le strisce e non i dadini, il guanciale si deve sentire in bocca, dev'essere ciancicoso e grasso come da tradizione. Se vi da fastidio anche la sola idea, fatevi una pasta al pomodoro.
Soffriggetelo in olio e peperoncino fino a farlo rosolare, dopo sfumatelo con un poco di vino bianco per due minuti e a questo punto aggiungete i pelati tagliati a pezzi, salate, pepate e fate cuocere il sugo per circa 15 minuti. A fine cottura aggiungete una bella manciata di pecorino e spegnete il sugo.
Intanto avrete cotto i bucatini in acqua salata - rigorosamente al dente - quindi aggiungeteli al sugo, saltate il tutto per qualche minuto e servite con - a piacere - un'ulteriore spolverata di pecorino.


perchè il guanciale, dicono sia troppo, ma troppo, grasso

Share this:

COMMENTS