Biscotti al cocco


C'è stato un periodo della sua vita in cui mia madre era andata letteralmente in fissa per la farina di cocco, tutto per colpa di una sua conoscente; il fatto è che ogni qualvolta si faceva delle nuove amiche, la prima cosa che si scambiavano erano le ricette. E così era successo che un giorno, una di queste, le aveva fatto assaggiare una torta con la farina di cocco e poi dei biscottini fatti con la farina rimasta. 
Considerando che, prima di allora, mia madre ignorava l'esistenza di cotale farina, potete immaginarvi il risultato: corsa al supermercato e invasione di torte e biscottini in casa. Dopo un mese di dolci al cocco per colazione, merenda e dopocena, tenendo conto che il cocco alla fin fine...stucca, eravamo alla frutta. Appunto.
Per fortuna le mode, anche quelle culinarie, in casa mia passavano in fretta e così l'ultimo pacco di farina finì per andare a male, venne gettato e le ricette dimenticate.
Ci son voluti vent'anni prima che riassaggiassi un biscotto al cocco, fatto da mia suocera, e la cui ricetta vi posto oggi; non vi nascono che non siano i miei biscotti preferiti, purtroppo a sentirne l'odore la mente mi catapulta ai miei tredici anni e a quell'inverno "coccoso" che ho sperimentato mio malgrado.
Mangiati con moderazione (leggi uno massimo due) riescono però a dare il loro meglio. Ovviamente chi non ha sperimentato il mio identico trauma li troverà molto più interessanti, fino a dire che uno tira l'altro. Provare per credere!

Ingredienti (per una teglia da forno di biscotti):
  • 3 uova
  • 250 gr di zucchero semolato
  • 25 gr di farina 00
  • 250 gr di farina di cocco
Amalgamate il tutto, lasciate riposare mezz'ora e poi con un poco di impasto per volta create i biscotti, della forma che preferite e dell'altezza di circa un centimetro.
Metteteli in una teglia con carta da forno e cuoceteli per 15/20 minuti alla temperatura minima. Lasciate riposare e mangiate solo quando saranno freddi. Si conservano per molti giorni in una scatola di latta.

[...] se il gioco si fa duro è da giocare [...] e mentre il mondo cade a pezzi, io compongo nuovi spazi e desideri [...]

Share this:

CONVERSATION

1 commenti: