Attrezzatura da cucina - Italiani! pizza e...mandolina



Se voi sapeste quanto l'ho cercata, una mandolina senza fronzoli, con un prezzo onesto, e con l'apposito attrezzo salva dita che permette di affettare le verdure fino all'ultimo pezzo senza rishciare l'amputazione delle mie preziose falangette. E alla fine l'ho trovata, in Alto Adice, in un negozio meravoglioso e fornitissimo di Brunico, uno di quei casalinghi che fanno invidia anche a noi romani che in fatto di bei negozi, ampi e forniti, siamo esperti. Eppure è qui che ho comprato la mia prima mandolina (e anche il portaspezie che la metà delle amiche mi invidia).
La mandolina nella foto è molto semplice, ha sei diversi livelli di spessore che mi permettono di tagliare a uno le patatine cips da friggere, a due le carote per l'insalata,  a tre le zucchine per il carpaccio, a quattro i cetrioli, a sei le zucchine da piastrare, e via da capo. Ogni verdura ha il suo spessore, adatto alla ricetta e al vostro gusto personale. Io la uso soprattutto in estate e la uso così spesso che non la rimetto mai nel mobile ma la lascio, pigra, ad aspettarmi nello scolapiatti.
Ottima anche per preparare gli anelli di cipolla o i funghi a chiampignon da aggiungere all'insalata, per preparare l'insalata di cavolo cappuccio o qualsiasi preparazione che preveda il cavolo crudo, o per tagliare le patate che coprono i filetti di spigola in crosta.
Ne esistono varie versioni, molto più complesse di questa, con lame intercambiabili per creare verdure a tocchetti o a julienne ma io le ho scartate tutte, a me interessava un modello semplice perchè funzionale ai miei bisogni, e perchè, in fatto di tocchetti e julienne, ho un altro accessorio da cucina che è imbattibile e di cui vi parlerò tra quindici giorni. Patience guys!



Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento