Timballo di pasta


La scorsa settimana sono andata a cena dalla mia amica R.M. che ha preparato delle ottime patate al forno con aglio e rosmarino. Nulla di strano, direte voi, se non fosse che mi sono resa conto di non averle mai cucinate in questi due anni di convivenza.
La cosa non è assurda solo per il fatto che ho un food blog ma anche perchè sono uno dei modi di cucinare patate che preferisco, così mi sono messa a pensare: non ho nemmeno mai preparato un pollo arrosto, una lasagna o un timballo di pasta, ricette base, semplici ma gustose, che quando vivevo con i miei erano all'ordine del giorno ma ora, sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo da proporvi e proporre al mio compagno, ho finito per accantonare.
Alcuni di questi, come il timballo di maccheroni (nel mio caso di mezze maniche) sono dei must degli anni '80 e '90, i classici piatti della domenica, le pietanze per gli ospiti e se è vero che io non credo assolutamente nelle mode in cucina, è anche vero che le cose buone non devono esser dimenticate e che non ci sarà mai uno spaghetto alla colatura d'alici o un finger food che potrà surclassare la sincerità di un pollo arrosto.
Ingredienti (per due persone):
  • 150 gr di pasta corta
  • 200 gr di fior di latte
  • una manciata di parmigiano grattugiato
  • pangrattato
  • salsa di pomodoro
  • 1/4 di cipolla
  • uno spichcio d'aglio
  • olio evo
Prima di tutto preparate il sugo facendo soffriggere la cipolla e l'aglio nell'olio evo, aggiungete poi la salsa di pomodoro lasciandola cuocere lentamente (ricordatevi di togliere l'aglio appena inizia a scurirsi).
Scolate la pasta molto al dente (per intendersi, io ho preparato le mezze maniche che avevano un tempo di cottura di 13' e le ho scolate dopo 10') conditela con il sugo e aggiungete il fior di latte tagliato a dadini. Mettete il tutto in una teglia foderata con carta da forno (come si vede benissimo nella mia foto :-/) e sopra cospargete con una bella mangiata di parmigiano e una spolverata di pangrattato.
Infornate a 160° (nel caso di forno elettrico) per 20'/30' così da rassodare il tutto. A quel punto accendete il grill e fate abbrustolire per 4 - 5 minuti circa.
La pietanza è decisamente golosa, se volete mantenere la linea vi consiglio di usarla come piatto unico facendola seguire solo da un'insalatina mista (come ho fatto io, daltronde).

Nostalgicamente '80

Share this:

CONVERSATION

6 commenti:

  1. Nai!
    Ma perché non lo rifacciamo in monoporzione?
    Questo è il mio primo contest!
    http://perleaiporchy.blogspot.it/2012/10/cestiniamo-il-nostro-primo-contest.html?showComment=1349114181611#c1577970343760957651
    Un abbraccio!
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah carinna l'idea! ho letto, tesoro non ti assicuro nulla perchè non ho tanto tempo ma stai certa che se mi capita una ricetta adatta da qui al 15 Novembre stai certa che mi "candido" :-)

      Elimina
  2. Questo timballo è irresistibile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh lo so, spesso sono le ricette smeplici quelle che rimangono nel cuore, grazie del ocmmento Stefano :)

      Elimina