Insalata di polpo e olive verdi


Qualche mese fa vi avevo postato un'insalata di polpo con patate e pesto, quella che - a prepararla - m'era costata un mezzo trauma e la promessa che "un polpo a casa mia, mai più!"
Poi però è passato del tempo ed il tempo si sa guarisce le ferite e sfoca i ricordi, quelli brutti, e restano solo quelli belli, in questo caso i sapori "buoni", ed eccomi quindi ad ordinare a mio padre un polpo, mio padre che da poco ho eletto fidato spacciatore di pesce in quanto è lui a procurarmi, ogni venerdì, il pesce fresco dal suo pescivendolo di fiducia, mentre io sono in altre faccende affaccendate e a farmelo trovare la sera, pronto per essere cucinato. 
Un follower, proprio in occasione del post incriminato, mi aveva parlato della cottura del polpo, "a secco"  come l'ho soprannominata io, e la cosa mi aveva piuttosto incuriosita. Quando anche il mio sapcciatore papà me ne ha parlato e mi ha fatto assaggiare la sua insalata di polpo preparata senza la bollitura dello stesso, la curiosità è diventata voglia di sperimentare.
Ecco quindi la ricetta di un'insalata, ottima sia come antipasto che come secondo, con un'idea di cottura del polpo per cui ringrazio prima @Paolo_Beccuti e poi un pescivendolo di Roma Nord :-)
Ingredienti (antipasto per quattro persone, secondo piatto per due):
  • un polpo da 700-800 gr
  • una ventina di olive verdi
  • una carota
  • una piccola costa di sedano
  • prezzemolo
  • olio evo
  • succo di mezzo limone
  • sale
  • pepe (opzionale)
Prendete il polpo che avrete fatto, perentoriamente, pulire al pescivendolo. Lavatelo e mettetelo in una pentola con i bordi alti. Coprite con il coperchio e cuocete a fuoco medio per 30 minuti. A quel punto se con i rebbi della forchetta lo bucherete e risulterà tenero vorrà dire che è cotto, e anche se dovesse esserci dell'acqua (di un colore rosso vivace) non preoccupatevene, scolatelo e lasciatelo freddare.
Tagliate olive, carote e sedano a rondelline, tagliate a dadini il polpo ( a cui avrete tolto il becco e tutte le parti che, ad occhio, non riterrete commestibili :-/ ) e unitelo alle verdure, condendo con abbondante olio evo, un poco di sale, il succo di mezzo limone e il pepe. Guarnite con prezzemolo fresco tritato.

<< A me ricorda il mare... >> << Certo è un polpo! >>

Share this:

CONVERSATION

2 commenti:

  1. Ciao Nai, la cottura a secco del polpo la uso anche io, trovo che il polpo conservi tutto il suo sapore in questo modo...quando mi hanno detto di provare io non ci credevo ,pensavo che non si sarebbe mai cotto...invece viene di un tenero che non si può raccontare ;) Baci!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. verissimo è molto più morbido e saporito rispetto al polpo cotto ocn la normale bollitura, anch'io non ci credevo quando me l'hanno detto, ero convinta si bruciasse ed invece è addirittura avanzato il suo liquido di cottura

      Elimina