Premiati Biscotti Gentilini



Vi è mai capitato di sentire un profumo, un odore e di fare un viaggio indietro nel passato? Il cervello, l'ipofisi per la precisione, nasconde dei ricordi nei cassettini della memoria e mai è possibile accedere più chiaramente a quelle emozioni, a quelle sensazioni come attraverso l'olfatto. Sentendo un particolare profumo di Jean Paul Gaultier rivivo il mio ultimo anno di liceo, odorando Blu di Bulgari tutte le feste e gli eventi mondani, accostando il naso a Gocce di Napoleon vado indietro di 20 anni (minuto più, minuto meno).

Ora, sarà che io sono una tipa strana...ma a me la stessa cosa accade con il cibo. Non credo c'entri l'ipofisi in questo caso, forse ho un cassettino della memoria nello stomaco, nel fegato, alla destra della milza? non so, fatto sta che quando mangio i biscotti Gentilini io mi catapulto in casa dei miei nonni materni che erano fans scatenati e consumatori accaniti di tutti i loro prodotti e mi vedo! io a 10 anni che mi rimpinzo (bei tempi!) di fette biscottate che più buone non ne ho mai più assaggiate, di Osvego croccanti, di Novellini che con il latte "so' la morte sua!", di Tripolini con nocciole e miele che giusto un paio di giorni fa ho inzuppato gustosamente nel Passito di Pantelleria e....bé dovreste provarli!
La Gentilini è una di quelle realtà cittadine ben riuscite, di successo, che opera da più di un secolo (parolone...ma è vero!) I suoi prodotti sanno di buono, di tradizioni antiche, e per me sanno di passato, d'infanzia.
Spulciandomi il sito ho scoperto che realizzano anche panettoni e pandori che quest'anno non mi farò sfuggire per un regalo goloso (vi pare che una food blogger possa regalare oggetti x Natale? ma non sia mai!) e una selezione di pasticceria assortita di cui riesco solo ad immaginare il sapore.
Leggendo gli ingredienti (ok io sono un po' fissata con gli ingredienti...) scoprirete che usano il burro, le uova fresche. La maggior parte di voi dirà "bé che c'è di strano?" c'è...c'è...perché la grande distribuzione usa oli vegetali, con la scusa del "non idrogenati" o uova in polvere....e capitete bene che la differenza c'è...non si vede, ma si sente!
E insomma...oramai i Gentilini sono rientrati nella mia vita, nella mia casa, dalla porta principale e credo non ne usciranno più perchè se mordi un biscotto che oltre a far sorridere il tuo palato fa sorridere il tuo cuore, non puoi più farne a meno.

Anche se non è una mia ricetta voglio abbinare comunque una canzone a questi biscotti. Meritano...


Roma non fa la stupida stasera - Mina e Nini Manfredi Link You Tube

Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento