Pentolame in rame


Chi non ha visto almeno uno dei film della trilogia "Il Signore degli anelli"? Avete presente l'esserino malefico e fastidioso di nome Gollum? quello che voleva a tutti i costi l'anello? che ha passato tutto il secondo episodio della saga a sospirare: "il mio tessssssssssssssssorooooooooooo"? Ecco, questo che vedete in foto è uno dei miei tesssssssssssssssssssoriiiiiiiiiiii, fa parte della mia batteria da cucina in rame martellato e stagnato con manici in ottone, aggiungerei pesantissimo e "luccicantissimo".

In un blog di cucina dovrei parlare solo ed esclusivamente delle qualità di queste stoviglie, dell'alta conducibilità, del risparmio energetico e dell'eccellenza nella cottura ma, diciamolo, le pentole in rame sono prima di tutto fascinosissime, per noi donne che amiamo tutto ciò che brilla sono come un gioiello posizionato sul piano cottura, che risplende alla luce della cappa, che si scalda dolcemente al calore della fiamma.
E così, da quando le uso, come gli chef affilano i loro coltelli con amore, io mi ritrovo a lucidare, munita di aceto e sale, queste pentole, ed ogni volta mi sembrano più belle della precedente.
Inutile consigliarvele, è scontato che, se avete 100-120 euro da spendere una pentola come questa li vale tutti. Per il coperchio bé...dovete metterci qualche altro euro sopra (daltronde le belle cose....costano).

Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento