La bruschetta al pomodoro


Cosi semplice eppure così buona. 
Pochi giorni fà, parlando del tortino al cioccolato dal cuore morbido l’ho definito “la gatta morta dei dolci” La bruschetta al pomodoro è paragonabile ad una ragazza acqua e sapone: non nasconde nulla, non ci sono trucchi o inganni,  è semplice e vera così come la si vede, c’è a chi può anche non piacere, ma se si ama la semplicità in cucina questo è un antipastino niente male, che io spesso uso come piatto unico per un pranzetto veloce.


Ingredienti (per due persone):
  • due fette di pane
  • pomodori (cliegini, datterini o altro, dipende dai gusti)
  • origano o basilico
  • olio
  • aglio
  • sale
  Lavare e tagliare a piccoli dadini i pomodori, metterli in una scodellina con olio, sale, abbondante origano o basilico a seconda dei gusti, e un mezzo spicchio d'aglio tagliato a rondelline. Lasciar riposare il tutto circa 20 minuti. Far abbrustolire le fette di pane e quando sono pronte cospargerle con i pomodorini e servire.

La ricetta è gioiosa e romana, il cantante "che ve lo dico a fà!" (la sua romanità non ha bisogno di commenti ulteriori [n.d.b.]):
Testardo - Daniele Silvestri Link You Tube

Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento