Minestrina di porcini e patate


A volte mi scopro con passioni culinarie semplici, banali, anche tristi se vogliamo! 
Per esempio datemi una stressante giornata lavorativa, datemi il traffico inaspettato del rientro a casa di una serata fredda e/o piovosa, un accenno di raffreddore/mal di gola e siamo sull’orlo del baratro. Solo una caldissima minestrina potrebbe ridarmi la serenità.

 
Ecco, la scorsa settimana a Roma abbiamo avuto freddo, vento, pioggia e chi più ne ha più ne metta. Quindi come si dice da queste parti “nà minestrina ce stava tutta” (una minestrina era la cosa più adatta per affrontare la serata [n.d.b.])
Dato però che, come ho detto, l’intera settimana è stata quantomeno “fastidiosa” a livello metereologico, mi sono ritrovata a distanza di due giorni a desiderare la stessa pietanza. Giammai! Così arrivata a casa ho improvvisato una minestrina "rinforzata" con quanto avevo in dispensa.
Ingredienti:
  • funghi porcini (io li avevo congelati)
  • un paio di patate rosse medie
  • farfalline Barilla (o qualsiasi altra pastina preferiate)
  • dado di verdure fatto in casa (ne trovate decine di ricette in Internet, basta poco, si conserva  a lungo e la coscienza è salva!) o, al massimo, usate Dialbrodo 
Mettete nel brodo le patate tagliate in piccoli dadini e dopo 5 minuti aggiungete i porcini ancora congelati e lasciateli arrivare a metà cottura (io ho usato quelli interi per cui ad un certo punto ho dovuto raccoglierli, tagliuzzarli e rimetterli nella pentola). A questo punto unite la pastina e fate cuocere. Impiattate e se volete, aggiungete una spolverata di parmigiano grattugiato.


Canticchiate, coccolati dalle note calde dei funghi porcini:
Se mi vuoi - Pino Daniele e Irene Grandi Link You Tube

Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento