Antipasti di Natale - Crostini croccanti con salmone e sottaceti


Mancano settimane a Natale eppure io sono già con il pensiero al pranzo.
Il Natale è calore, è amore; il Natale è stare insieme, viversi i momenti belli con le persone che amiamo, Natale è questo e molto altro, è tutto quel che volete vederci dentro di voi, quello di cui avete bisogno.
Sentite un peso sulla coscienza, sentite di aver fatto un torto a qualcuno, sentite che vi manca un amico o un parente? Bene, usate il Natale, sfruttatelo per tornare, per ri-tornare, per la pace, o anche solo per placare il vostro animo inquieto. Non fermatevi a doni, festeggiamenti e convenevoli, date un senso profondo, un senso vostro al Natale che sta per arrivare.
Natale...
Natale è anche cibo (tanto), dieta (poca), è gola, è delizie, è manicaretti.
Ci sono dei fantastici dolci natalizi che io preparo spesso e che stanno entrando a far parte della mia personale tradizione. Lo zelten, il torrone al cioccolato e i mostaccioli (giusto per dirne alcuni); come dimenticare poi il vin brulé di fine pasto?
Ma prima di tutto questo, prima di riprendere da dove avevamo lasciato l'anno precedente, c'è da pensare al nuovo menù delle feste, che cambia ogni anno perché... beh in verità non lo so il perché, forse sarebbe il caso di creare delle tradizioni anche qui, con antipasti di Natale tipici da riproporre ogni anno, così come primi piatti o secondi (che siano di carne o di pesce) ecco, potrei dirvi che - scrivendo - ho avuto una bella idea e quasi quasi inizio già da ora a pensare a qualche pietanza che possa diventare un must delle mie festività, qualcosa da riproporre annualmente e intorno a cui costruire un menù intero, dei punti fermi intorno ai quali far ruotare dei satelliti più o meno variegati.
Iniziamo quindi a stilare un ipotetico menù di Natale e facciamolo partendo proprio dagli antipasti di Natale; un'idea simpatica e abbastanza veloce da preparare sono questi crostini esotici, che profumano di Natale in quanto uno degli ingredienti principali è il salmone affumicato (Dio quanto fa Natale il salmone affumicato, solo Santa Claus lo sa!)
Questi crostini sono frutto di un suggerimento. La ricetta l'ha passata a mia madre una sua amica, famosa pittrice italiana che non nominerò solo perché - vai a sapere, magari non gradisce essere associata a un crostino su di un blog di cucina ;-)

Ingredienti per i crostini croccanti con salmone e sottaceti:
crostini sottili e croccanti
cetriolini sottaceto (preferite la varietà aromatizzata con spezie varie, molto più profumati e saporiti dei soliti cetriolini sottaceto)
cipolline sottaceto (anche in questo caso, preferite le cipolline borettane sottaceto)
capperi sottaceto
un poco di maionese
salmone affumicato
Come prima cosa vi consiglio spassionatamente di non usare del pancarrè o altre tipologie di pane morbido. Il bello di questa ricetta sta tutta nella croccantezza, che viene amplificata dal sottaceto e si sposa perfettamente con la scioglievolezza del salmone affumicato. Tritate o, se avete tanta pazienza e gioia di cucinare (sì, sì, ho detto gioia, perché non basta la voglia!) potere anche grattugiare i sottaceti, dividendoli in parti uguali, per far sì che un gusto non prevalga sull'altro.
Uniteli in una ciotola e usate qual tanto che basta di maionese per legare il tutto. Ora, ci tengo a precisare che non dovete realizzare una specie di insalata russa improvvisata, non bisogna affogare il gusto delle verdure con la maionese ma solo usarla per accompagnare il trito sul vostro crostino. Massaie all'ascolto, spero di essermi spiegata bene :-D !
Stendete mezzo cucchiaio di composto su ogni crostino e completate il tutto con una fettina di salmone mollemente adagiata. Servite subito, anche per evitare che l'umido del composto grattugiato ammorbidisca i crostini rendendoli fastidiosi da mangiare.
 
 
 [...] Oh, somewhere over the rainbow bluebirds fly
And the dream that you dare to,
Oh why, oh why can't I? [...]


Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento