Dove bere caffè a Roma




Questo weekend è venuta a trovarmi una cara amica dalla Toscana. In queste occasioni cerco di offrire il meglio della mia città alle persone che ospito, mostrandogli il bello e il buono della mia capitale prediletta.
Pranzo al Mercato Centrale, passeggiate a Trinità dei Monti, viste mozzafiato allo Zodiaco, dopocena a Trastevere e il caffè?
Beh per il caffè c'ha pensato la Vergnano, che da pochi mesi ha aperto vari store qui a Roma.



L'ho portata a quello di Piazzale Flaminio, dove le ho mostrato la luccicante (anche se preferisco dire "luccicosa") macchina per espresso che troneggia dietro al bancone, Belle Époque Elettra,  divenuta simbolo dei locali Caffè Vergnano 1882, che fa un po' tecnologia, un po' tradizione e tanto Star Wars ^_^


Per accompagnare il caffè la scelta era tra cornetti (deliziosi) crostatine (divina quella con confettura di albicocche) e monoporzioni di pasticceria, tanto belle quanto invitanti, di Attilio Servi.





Come potete vedere dal mio abbigliamento nella Polaroid scattata, non era certo la prima volta che passavo nel flegship Vergnano, avevo avuto modo di provarlo a cavallo dell'apertura degli store di Flaminio, di quello dell'Aeroporto di Fiumicino (Terminal 3) e di Viale Trastevere, i nuovi locali che si sono aggiunti ai due già aperti all’interno di Eataly Ostiense e del centro commerciale Euroma2.



Quello di Fiumicino (di seguito trovate un paio di foto) si trova oggi nella sezione dell'aeroporto che era stata distrutta dall'incendio che ha interessato Fiumicino svariati mesi fa. Ora, in occasione delle vacanze estive, magari vi capiterà di passarci, lo troverete lì ad attendervi, uno store dove tutto è stato progettato per raccontare al meglio l’italianità di Caffè Vergnano.


A partire dal menù caffè, che propone a rotazione ricette a base di espresso tipiche del nostro Paese (dal bicerin Piemontese con nocciola del Piemonte al Marocchino di Bronte, passando per il caffè Napoletano). 
Alla caffetteria si affianca un menù di panineria e tramezzineria e di piatti caldi realizzati con materie prime tutte italiane.Un’offerta food completa preparata ogni giorno nella cucina a vista. Per soddisfare anche le esigenze di passaggio per i viaggiatori con meno tempo, una parte del locale è riservato al Grab & Go e alla vendita di prodotti a scaffale Caffè Vergnano.




Infine una puntatina per lo shopping: 
il Coffee Shop all’interno di Eataly Ostiense nasce come spazio monotematico dedicato al mondo del caffè. Al centro del bancone circolare si trova una tostatrice per la torrefazione quotidiana. Sono disponibili quattro miscele diverse; tra queste, due sono costituite da varianti della stessa miscela, declinata in una versione dal sapore più tostato per incontrare il gusto dei clienti del Sud, e un'altra dalle note leggermente meno intense per i palati settentrionali.



Enrico e Carolina Vergnano

NOTA
Partita nel 2001, l’avventura delle caffetterie della torrefazione torinese ha registrato una crescita esponenziale sia sul mercato nazionale che internazionale.
Dalla prima inaugurazione a Chieri, città della collina torinese dove il fondatore dell’azienda, Domenico Vergnano, iniziò nel 1882 l’attività di torrefazione, i locali hanno raggiunto ora quota 120 in tutto il mondo (equamente suddivisi tra Italia e estero).
I Caffè Vergnano 1882 sono diventati un vero e proprio mezzo di comunicazione della marca sul territorio internazionale che associa l’azienda alla qualità del Made In Italy, in contrasto con l’arrivo in Italia delle insegne d’oltreoceano.

Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento