BurBaCa Roma. Burger, Bakery, Cafè



Era una serata piovigginosa, era Ostiense, affascinante quartiere romano, bello di quel bello che mischia l'atmosfera industriale con la Street art con l'aria fumosa di inizio sera; ero stata invitata a una cena stampa al BurBaCa ed è proprio di questo posto che voglio parlarvi oggi.

Il nome stesso condensa lo spirito che alimenta il locale: un po' burger bar, un po' caffetteria è una punta di bakery shop, questo é BurBaCa. Il primo é stato aperto a Potenza ma subito dopo sono venute le aperture di Viterbo e Roma (quest'ultimo è presente in Via del Porto Fluviale al civico 5) e Matera. 

Le proposte del locale sono varie e spaziano dalla mattina al dopocena. L'idea che accomuna tutti i BurBaCa é quella di proporre un locale a metá tra gusti americani, con ricette originali made USA e qualitá italiana delle materie prime utilizzate.
Entrando, quello che più mi é piaciuto é stato trovare un bel tavolo quadrato con sedici posti, quello che viene denominato "tavolo sociale" da prenotare per cene private oppure dove accomodarsi per mangiare o sorseggiare una birra con gli altri ospiti del locale.
Ma passiamo alle proposte gastronomiche:
avete fame e volete pranzare o cenare? dite "BU" come Burger (ne abbiamo assaggiati sia di carne che di pesce ma ci sono anche quelli veg, inoltre ogni mese c'è una proposta nuova ideata dallo chef Salvo Cravero) e anche insalate o fritti. A proposito di fritti una piccola divagazione sulle patatine: quelle servite sotto forma di stick e chips sono di Avezzano che è patria di patate famose in quanto contenenti pochissimo amido, il che le rende naturalmente piú adatte alla frittura, delle patate così saporita che potrebbero essere gustate anche senza essere salate. 

Continuiamo con le proposte del locale: vi scoprire con una voglia di dolce? Che sia per la colazione o che sia un dessert a fine pasto? dite "BA" come Backery, pasticceria americana tradizionale con cookies, NY cheesecake e tiramisù rivisitato in chiave USA con cookies cioccolato e caffè al posto dei savoiardi.
Su tutto, ultimo ma non ultimo, domina il CA-fè, una caffetteria sia americana che, ovviamente, italiana, per incontrate i gusti di tutti. 
A dissetare i palati poi, birre artigianali, dei migliori birrifici, con accostamenti ideati per completare al meglio l'esperienza al BurBaCa.

 
A tutt'oggi ho anche da segnalarvi due appuntamenti settimanali: il momento dell'aperitivo, fissato per il Giovedì sera, con le sue specialissime tapas (a tal proposito pare che i tapas burger - dei burger in formato mignon - portino assuefazione) e il Power Breakfast della Domenica, un concetto di brunch dilatato che ti permette di arrivare la mattina e restare fino alle 18, tra un hamburger, la musica in vinile e magari qualche video installazione, per passare una Domenica rilassante ma differente.
Chiudo qui il pezzo ma tanto avrei ancora da dire, potrei parlarvi delle Chicago pizze con un impasto davvero (ma davvero) interessante e con sopra dei condimento da farvi dire "wow!" oppure potrei parlarvi della sala al piano seminterrato, con caminetto, poltrone e giradischi, oppure potrei non dirvi proprio nulla, lasciare il resto alla vostra immaginazione e dirvi solo: quand'è che ci si vede da BurBaCa?
:-)
 

Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento