Siamo fatti di relazioni che s'intrecciano...


fonte: Google

Siamo fatti di relazioni che s'intrecciano,
siamo legati da fili di seta collante,
siamo su una ragnatela che ci tiene sospesi sul baratro dell'oblio.

Siamo fatti di relazioni che non si interrompono,
siamo quel che siamo perchè abbiamo vissuto, co - vissuto, abitato nel cuore e nella mente di altri così come altri hanno albergato in noi.

Ci sono legami che non sappiamo spezzare, altri che non vorremmo si spezzassero, altri che non si spezzeranno mai; capire dove sia il giusto, dove sia l'errato, capire quando è il momento di lasciar andare dipende dalla relazione intrecciata.

Io mi vedo su quella ragnatela e lì, con me, vedo le persone che ho incontrato nella mia vita; non tutte, una (piccola) parte. Ognuna di loro ha avuto un ruolo più o meno importante per far sì che io - oggi - sia quel che sono, ognuna di loro forse merita di stare nella mia ragnatela, non tutti magari, ma allora come fare a scrollare il superfluo?
Le conoscete, le ragnatele, sono collose e delicate, se scrolli troppo rischi di romperle e per farne cadere uno finisce che cadi con esso, se impieghi poca forza non riesci a liberarti del pensiero, del soffio della sua anima che si accosta alla tua come un'onda che va e che viene, imperterrita, ritmica come un amplesso e ti martella dentro ma senza un fine e senza una fine.

Forse il giusto non è scrollare ma saper incasellare?
Forse il giusto sta nel capire in che girone dantesco della nostra vita debbano vivere queste persone?

Anime. Persone.
Esistono persone nette.
Per le quali è tutto bianco o tutto nero.
Io anche lo son stata.
Per loro è così (anche) quando si parla di relazioni interpersonali.
Basta poco, a volte nulla, perchè si allontanino. Altri invece sanno essere bianchi o neri solo se provocati e se gli si toccano i tasti dello sfinimento.
Quando accade però, qualcosa dentro si rompe e non si aggiusta più.
Possono anche provarci - a rincollare i pezzi - ma l'astio, il dolore, più spesso la delusione sono così cocenti che fanno da repulsivo al lieto fine.
E qualcosa finisce. Che sia un'amicizia, che sia un amore. Finisce. E basta.

Esistono persone che vivono di sfumature, penso siano le migliori o forse le più mature o forse beh, le più opportuniste, quelle che sfruttano le correnti e si muovono come su un surf tra le relazioni.

Eppure nella vita non è sempre semplice dire addio, dire basta.
Quando una persona ti entra dentro ti resta qualcosa di lei in circolo. E' in quel momento che devi saperle trovare spazio nella tua ragnatela (di relazioni ed emozioni) perchè da quel suo angolo lei possa darti solo il meglio, se ancora ce nè, e non possa farti più male, se quello è stato.
Tante sono le persone che entrano nella nostra vita, è facile che accada, il difficile è sempre stato uno, il difficile è sempre e  solo stato saperle far uscire, decidere il come, il quando e trovarci un (valido) perchè...

Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento