Plancha - cucina di pancia (e tutto alla piastra!)


Locale bianco e blu, ricorda lo stile navy, con bancone per soffermarsi a prendere un drink e grandi piastre a vista.
Eccolo qui, è il Plancha, ha aperto a metà Dicembre in zona Piazza Fiume, vicino la (mia ex) facoltà di Comunicazione.
Cosa distingua questo locale da tutti gli altri è presto detto e presto letto (nel nome). 
Tutto viene cotto su delle piastre ispirate al teppan giapponese, dove le cotture si aggirano tra i 210 e i 230 gradi, una temperatura che esalta il cibo e dona al locale un plus in fatto di sapori, gusto e salvaguardia delle proprietà nutritive dei singoli alimenti utilizzati. La cucina del Plancha fonde in sé sapori orientali e mediterranei in un mix di gusti tutti da sperimentare. 

Io, nel mio piccolo, ho potuto provare molti dei piatti proposti, tutti obiettivamente invitanti e consigliatissimi!
Iniziamo così il tour della serata che mi ha vista protagonista, insieme a tanti altri "addetti ai lavori" nello scoprire alcuni dei piatti di punta del locale.



Si parte con i cocktail, dal Raspberry Mule al Eat Jamaican Julep passando per il Plancha, il drink della casa a base di Vodka, liquore alla Vaniglia, mela limpida, lime, cetriolo, kiwy, HM bitter arancia e spezie. Nella foto sopra potete invece vedere una versione rivisitata dell'Americano (vecchia maniera) a base di Fernet Rosso e Bitter Campari a cui è stato aggiunta qualche goccia di Cynar. S-p-e-t-t-a-c-o-l-a-r-e!


Passiamo però al menù vero e proprio, perché dopo aver gustato un drink la pancia reclama del cibo solido. E così si arriva agli antipasti:


Antipasti come queste Capesante grigliate su un'insalatina di spinacini, dadolata di mango e anacardi. Un trittico azzeccatissimo che potrebbe diventare un contorno e non è detto che non lo diventi, nell'intimità della mia casa!



Altra proposta fresca e molto in voga nell'ultimo periodo la cevice (questa è di spigola), servita con marinatura fatta con limone, lime, pomodorini e una punta di prezzemolo.



Tra gli antipasti caldi spiccano gli spiedini di carne o di pesce (salmone) da scegliere a seconda dei gusti: i primi sono marinati con spezie i secondi alternano salmone teriyaki e avocado ma entrambi vengono serviti con salse a parte (come lo Tzatziki e la salsa Plancha, d'ispirazione Barbecue).
 

I primi piatti propongono noodles e riso che possono essere serviti con differenti ingredienti: pollo, maiale, gamberi e tofu ma anche cotti ispirandosi a stili differenti: thai, giapponese e mediterraneo.
Nel mio caso ho avuto la fortuna di assaggiare noodles in stile thai con cavolo nero, porro, peperone verde, arachidi e lemongrass (non dichiarato dallo chef ma ben chiaro a chi - come me - qualcosina di cucina lo mastica ;-)



Il riso invece, è stato servito nella versione mediterranea con gamberi e l'aggiunta di cipolla rossa, melanzane, pomodorini e noci.



Passando ai secondi, da svenimento le ribs di maiale (dette volgarmente "costine di maiale") con salsa di ostriche e sesamo



e anche il tataki di tonno (cioè filetti di tonno scottati) al sesamo con salsa di pomodori verdi, che ha trovato ad attenerlo una Nàima appassionata consumatrice di pesce crudo! 



Infine il dolce, che conclude la cena-degustazione: ananas grigliato - a mio parere il miglior modo di consumare dell'ananas - con gelato alla cannella. Delizioso!


A scelta, il menù offre anche insalate di cous cous, salmone o di pollo, piatti semplici come riso profumato, caponata di verdure e Burger di manzo. Ultimo ma non ultimo da segnalare i piatti XXL, piatti fuori misura per 2-4 o 6 persone da condividere al tavolo o da dividere con gli altri tavoli! Un'idea in più da prenotare in anticipo per vivere al meglio l'avventura culinaria del Plancha e della sua vera cucina di pancia!
______________
Plancha
Via Bergamo, 28
Roma 
tel. 06.31.07.23.61
aperto tutti i giorni a pranzo e cena

Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento