Zenzero sotto aceto (zenzero gari)



Un amico mi ha girato parte della ricetta che vi passo oggi, quella dello zenzero sotto aceto (gari).
Le proprietà benefiche e antisettiche di questa radice forse saranno già note ad alcuni di voi, pare che questo frutto della terra faccia tanto bene alla salute, peccato che per me sia insopportabilmente pizzicante. Avete letto bene, non piccante, ma "pizzicante" (neologismo da food blogger, perché noi possiamo, anche perché nessuno osa dirci il contrario).

A causa di questo pizzicore io non tollero le tisane di zenzero, il tè allo zenzero, lo zenzero crudo ma amo lo zenzero sotto aceto e quello cotto; ok forse il mio non è proprio un amore spassionato, bensì un amore controverso e combattuto ma non sono forse questi i più goduriosi da vivere? Appunto...
Lo zenzero sotto aceto fa, spesso e volentieri, coppia fissa con il sushi. Portami in un giapponese, ordina sashimi come se non ci fosse un domani e una ciotolina di zenzero gari a parte e avrai il mio cuore. O almeno la mia stima incondizionata.
Dal canto mio non aspetto di mangiare sushi per gustarmelo, anzi, ne mangio quotidianamente - ad ognuno dei pasti principali - svariate fettine, che sia da accompagnamento alle melanzane, all'arista, all'insalata o alla frittata poco importa. E' 'na droga. Punto.  
Vi dirò un segreto: noi italiani - sbagliando - siamo soliti appoggiarne una sottile lamella sul sashimi o sul nigiri. Nulla di più sbagliato. In realtà lo zenzero sotto aceto andrebbe mangiato tra un pezzo di sushi e l'altro, per rinfrescare e pulire la bocca, per prepararla ai sapori che ogni boccone di pesce crudo regala.
Ingredienti:
  • 150 gr di zenzero fresco
  • 100 ml di aceto di riso
  • 50 ml di acqua
  • 35 gr di zucchero semolato
  • un cucchiaino di sale
Prima di tutto sbucciate la radice di zenzero e tagliatela in sottili lamelle usando un pelapatate. Mettetela a riposare in  un contenitore pieno di acqua per una notte (questo servirà a far ammorbidre le fettine di zenzero). Scolatelo e scottatelo per 10 minuti circa in una pentola di acqua bollente. Sciacquatelo e lasciatelo scolare per bene.
A questo punto Mettere i 50 ml di acqua, l'aceto di riso lo zucchero e il sale in un pentolino e fate andare a fuoco lento, sempre mescolando, fino a quando il sale e lo zucchero non saranno sciolti. Mettete lo zenzero in un vasetto a chiusura ermetica e ricopritelo del liquido ancora caldo. Chiudete e fate riposare fino a che non si sarà freddato. Aspettate una settimana e poi usatelo a piacimento avendo l'accortezza di conservarlo in frigorifero.

Share this:

CONVERSATION

2 commenti:

  1. questa la provo di sicuro.

    irene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ottimo, poi fammi sapere se ti è piaciuta, io adoro lo zenzero sottaceto *_*

      Elimina