Impasto per pizza fatto con la macchina del pane

Leggi questo post se...
ti piace stupire i tuoi ospiti (in tutti i sensi)


L'idea è di quelle che farebbero suicidare, infilzandosi con un forchettone da cucina, foodblogger integraliste e gourmet, per non parlare dei gastrofighetti.
Comprendo bene che dopo la scoperta del Bonci Style la pizza non sia più quella di una volta e sono anche d'accordo! Io stessa mangio spesso da Bonci e venero la sua pizza ma la mia idea di fare la pizza con la macchina del pane è nata da un preciso intento.
Immaginatevi di avere un'amica a cena dopo il lavoro, potreste preparargli al volo un primo o un secondo, dei contorni, potreste prender pizze a portar via; il poco tempo impedisce di preparare una pizza home made. In teoria. 
Ma se voi, prima di andare a lavoro, programmaste la macchina del pane con dentro tutti gli ingredienti, se la pizza avesse tutto il tempo per lievitare, se quando arrivate a casa vi toccasse solo tagliare la mozzarella, le patate, o qualche altro ingrediente che comporrà la farcitura, stendere la pasta al volo, condirla e cuocerla (20/25' nei forni casalinghi) non sarebbe bello? poter offrire alla vostra ospite una cena sfiziosa senza troppa fatica e sporcando solo un paio di piatti e una teglia?
Pensateci e se siete in accordo con me iniziate a seguire le mie prove di pizza con la macchina del pane, perché questa che vi posto oggi era solo la prima versione, ma il bello deve ancora essere scritto.

 Ingredienti (per una pizza alta):
  • 400 ml di acqua
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 2 cucchiaini e mezzo di sale
  •  590 gr di farina 00
  • 120 gr di farina di farro
  • 50 gr di farina integrale
  • 40 gr di farina 0
  • 22 gr di lievito di birra fresco (oppure 2 cucchiaini e mezzo di quello secco)


Inserite nella macchina del pane gli ingredienti nell'ordine che vedete sopra e fate partire il programma "pizza" che prevede un alternarsi tra impasto e riposto e poi un'ora e un quarto di lievitazione. Io ho lasciato lievitare molto più tempo, circa tre ore, e dopo ho semplicemente tolto la pasta dalla macchina, stesa su una teglia ben oleata aiutandomi rigorosamente con le dita (senza mattarello) e l'ho condita con:
- olio evo, pomodoro, origano e mozzarella per la parte "margherita"
- olio evo, rosmarino, mozzarella, patate e di nuovo mozzarella per la parte "alle patate".
Cuocete in forno per circa 25' nel ripiano più basso, mettendo il forno alla massima temperatura.
Come vi ho detto la pizza viene alta, non è quello che cercavo, ma è la prima versione, e presto seguirà una seconda su cui vi terrò aggiornati.
To be continued...

Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento