...

Vi dico, sinceramente, che io condivido quel che scrive Veruska Anconitano nel suo ebook.
Se un blog parla di cucina non può dedicare interi post all'operazione all'anca della zia.
La gente che ci segue vuole leggere le ricette della pizza o del sugo di lepre, non vedere la scansione della pagella dei nostri figli sapere che in vacanza abbiamo provato il bungee jumping (con tanto di video in cui urliamo "omiodioehopurepagatoperfarequestoooooooooo" allegato).
Spesso chi ci legge salta a piè pari anche le poche righe che precedono la ricetta, si sofferma solo sulla parte che va da "Ingredienti" fino a "Servite freddo/caldo" eventualmente copia e incolla, a volte stampa, spesso si prende il merito. Chapeau.
E tutto il resto? tutto il resto è fuffa.
Ma oggi non sono qui a fornire il solito servizio, mi spiace, a quest'introduzione non seguirà una ricetta.
Oggi uso il mio blog per fare auto-psico-terapia.
Oggi tiro fuori la tristezza che ho dentro, nella speranza di riuscire a scacciarla scrivendo o rileggendo queste parole:

Far finta che non sia successo
non farà soffrire meno.
Pubblicizzare l'accaduto 

non guarirà le ferite.
Nonostante ciò

mio piccolo amico
questo è un arrivederci
non un addio.
                                 Nai 

Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento