Misto mare con cereali e olive


Nel mondo del lavoro esiste un motto: "paga come dico io e lavorerò come vuoi tu, paga come dici tu e lavorerò come voglio io".
Ma siamo nel 2012, i motti cedono sotto i colpi delle crisi economiche e si modificano, si accorciano, si logorano e divengono un generico "quel che mi dai, ti dò"
Mi dai fiducia? ti ripagherò con l'impegno, per ringraziarti.
Mi dai occasioni? ti darò idee.
Mi dai lavoro? ti darò tutta la mia professionalità.
Mi paghi puntualmente? sei il mio migliore amico, lo sai vero?!
Questa regola del "mi dai - ti dò" a leggerla bene in realtà, è una specie di passepartout, da associare a diverse situazioni: mi vendi un misto mare "fregatura"? Non ci scriverò sopra un post! Touché
E' quel che m'è successo tempo fa, l'idea era ottima: misto mare, olive e cereali (orzo perlato e/o farro) con qualche rondella di sedano crudo e una generosa dose di buon olio evo, cosa c'è di più sfizioso e fresco, un piatto valido come antipasto o come veloce pranzo light.
Ed invece l'ingrediente di punta s'è rivelato una gran fregatura, dopo cotto aveva un esagerato odore di mare, ho comunque provato a condirlo ed invece...
Così, come vi ho detto su Instagram quando ho pubblicato la foto, non vi darò questa ricetta perchè ad onor del vero non è stato un piatto riuscito, al massimo posso suggerirvi gli accostamenti di ingredienti, come ho fatto, ma poi starà a voi provare e magari tornare qui a suggerirmene altri o a  farmi sapere se siete stati più fortunati di me!

Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento