Le merende di una volta: latte e biscotti


In questo nostro mondo si stava meglio quando si stava peggio.
Quando il problema più grave che attanagliava le nostre giornate era l'interrogazione del giorno dopo o il compito in classe d'inglese.
Quando si piangeva perché si cadeva sul cemento dove lasciavamo una parte di noi, delle nostre ginocchia, per la precisione.
Quando si correva fino a non avere più fiato pensando che una sensazione di libertà e di potere così no, nemmeno nei sogni.
Quando si era felici se pioveva, perché uscivano le lumachine.
Se c'era il sole, perché si giocava fuori fino a tardi.
Se c'era vento, perché si stava in finestra a guardare gli alberi piegarsi e vincerlo.
Quando si sapeva assaporare il buono delle cose semplici, come una fetta di pane bagnata di acqua e ricoperta di zucchero, o una tazza di latte freddo con dei biscotti secchi.
Quando c'erano pochi "se", pochi "ma" e nessun "e se fosse" ma c'erano solo "io", "ora", "adesso".
In questo nostro mondo si stava meglio quando si credeva di star peggio e per questo  forse non si assaporavano coscientemente le giornate, sempre a rincorrere un futuro da "grandi".
E oggi che tutto ciò fa parte dei ricordi di una vita che oramai è passata, bere un bicchiere di latte freddo con dei biscotti per merenda, bè si, fa rivivere certe sensazioni.

Come la merenda, buona a tutte le età!
Ufo Robot Link You Tube

Share this:

COMMENTS