Pollo all'ananas




Sono interdetta, sono fuori tempo massimo.
Non pubblicavo un post dal 30 di Marzo, non pubblicavo una ricetta dal 12 dello stesso mese.
Nel mentre Blogger ha deciso di aggiornare l'interfaccia per cui adesso sto

- facendo mea culpa di aver trascorso così tanto tempo senza scrivere qui

- cercando di capire come funziona la nuova interfaccia

- chiedendomi come mai in 10 anni di bligging io non mi sia mai decisa a passare a wordpress

- pentendomi di aver aperto blogger con l'intento di aggiornare il blog

La quarantena è finita. La pandemia no.

I giorni trascorsi dall'ultimo aggiornamento hanno lasciato a terra vittime, morti (che sembrerebbero essere la stessa cosa e invece no, non lo sono affatto) angosce, disillusioni, fallimenti, tragedie.
Il Mondo intero si interroga, si risponde, si assolve, passa avanti; avremo imparato qualcosa? Solo il prossimo anno ci saprà dire se la risposta è un sì globale oppure no.
Dal canto mio questa quarantena è stata - oserei dire - provvidenziale alla mia crescita personale. Avessi saputo che serviva la privazione della libertà e un contatto continuo con il mio io interiore h24 7/7 per 67 giorni per arrivare dove sono ora vi giuro che mi sarei messa in quaranteda da sola un anno fa. Facciamo due.

In realtà nulla di tutto quello che mi è accaduto è accaduto per caso.

Così è stato, così doveva andare, cose belle comprese, cose brutte soprattutto, perchè ho scoperto che è vero, è nel male, nella sofferenza, nelle delusioni che si attinge per il miglioramento di sé. Mi chiedo solo: se tutto questo genera un Noi migliore allora, forse, non è corretto parlare di "male/sofferenza/delusioni" forse bisognerebbe solo parlare di "percorso di vita" e dire grazie.
E io dico grazie.
Per quei 67 giorni e per come li ho vissuti.

Ho mangiato, poco e bene.
Ho cucinato, spesso e sano.
Ho sperimentato, pochissimo e con gioia.
Una delle ricette provate è il pollo all'ananas.
Amo l'ananas nelle sue declinazioni salate e così ho provato la nota versione asiatica del pollo.

Ingredienti (per una persona):

  • 120 gr di cosce di pollo disossate
  • 20 ml di vino bianco
  • un cucchiaino scarso di salsa di soia
  • un cucchiaino di amido di mais
  • una fetta di ananas freco spessa un centimetro
  • olio
  • pepe a piacere
Mettere un po' d'olio a scaldere e rosolare nella padella il pollo tagliato a bocconcini, sfumandolo con il vino. Mescolare la soia con l'amido e mezzo bicchiere di acqua.  Aggiungere la salsa ottenuta al pollo e far cuocere a fuoco basso. A 5' dalla cottura aggiungere l'ananas tagliato a dadini e pepe a piacere. Servire caldo!
p.s. Io non salo ulteriormente perchè mangio sciapo e la soia dona al piatto la sapidità che gradisco. Voi regolatevi a seconda dei gusti.

e guardami negli occhi
ti sembro sempre quella
che vuole ad ogni costo
la felicita'
attraversami per ore
non voglio gentilezze
solo verita'
io cosi' diversa
anche se non sai come
difficile capire la semplicita'

Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento