Torno da te...



Sono al bar, è ora di pranzo, devo scrivere un articolo (e anche in fretta!) ma mi sento gelata, bloccata, immobile nel cuore.
Non riesco, io proprio non riesco a concentrarmi e allora mi rifugio in te, mio caro blog, che mi assisti quando serve, che mi vedi andar via quando tutto gira bene, che mi vedi tornare nei momenti in cui - come adesso - io traballo e mi sento smarrita.

Capita, a volte, di fermarsi, guardarsi intorno e non riconoscere più niente. 

Per evitare il panico non forzo le cose, mi assecondo, cercando di stare calma, sapendo che la vita è fatta di gradini, che la mia scala è sprovvista di un corrimano e che io non devo fermarmi la solo salirla lentamente, step by step, e che - iniziato un cammino - non si torna indietro ma si va solamente avanti.
E' per questo che, nel preciso momento in cui scrivo, non sto lavorando alla consegna pattuita ma sto accarezzando i miei desideri, scrivendo di me sulle tue pagine bianche. 

Io voglio solo questo, lo voglio perchè, come ho sentito dire in un film, sono troppo vecchia per fare cose che non mi va di fare, sono troppo stanca per non cercare la quiete, troppo desiderosa di pace per perdermi.

Oggi scrivo e ricomincio, e tu come un genitore amorevole mi accogli per l'ennesima volta, perdonandomi delle mancanze, amandomi per quella che sono, la tua creatrice che però ti deve molto, forte tutto, sicuramente tanto.
Ti amo, mio blog e per questo torno da te...


Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento