Le amiche. Quelle che...


Per il pezzo di oggi prendo schifosamente e palesemente ispirazione da un post della pagina Facebook "Non conto fino a dieci", una delle donne figherrime del web che seguo con interesse e davanti alle quali, a volte,  vorrei inchinarmi perché "cacchio, come lo dicono loro, nessuno mai..."

Le amiche...

... quelle che quando gli dici che non farai più una cosa, perché è sbagliata, ci ragionano sopra due ore insieme a te 

... quelle che quando dopo tre giorni gli dici che hai rifatto la cazzata ti guardano, sospirano, ma poi ti dicono "va beh dai, ti capisco, avrei fatto la stessa cosa"

...quelle che non vedi per sei mesi ma poi quando le rivedi è come se le avessi lasciate la sera prima, perché voi siete "sisters". E basta

...quelle che quando le vedi le abbracci e ti viene da piangere, anche se sei serena, perché ricordi quando non lo eri e quanto conforto trovavi in quegli abbracci (e ti viene da piangere pure mentre lo scrivi perché oh...ti prende sempre così' quando si parla di lei)

... quelle che ci sono sempre per un consiglio e se non ci sono ti mandano un vocal dettagliatissimo appena possono perché - per quanti impicci abbiano - se tu chiedi, loro, semplicemente, rispondono

... quelle con cui ridere a crepapelle parlando degli esiti devastanti del secondo Martini. E gli esiti hanno sempre come parola magica "Whatsapp" 

... quelle che se sei triste - semplicemente - si organizzano per vederti, farti ridere, parlarti insomma si organizzano. Per te

... quelle che se esci con un uomo vogliono il resoconto in diretta ma sono così cortesi da evitare di sollecitartelo, un improbabile e impossibile resoconto in diretta!

... quelle che se stai con un uomo ti inondano di vocal perché quando si dice "ti ho pensata" deve essere evidente e teneramente palese che davvero ti stavano pensando

... quelle con cui ogni uomo delle vostre vite passate, presenti e future ha il suo soprannome e oramai vi siete scordate il nome di battesimo 

... quelle con cui puoi ridere o piangere con la stessa facilità

... quelle per cui sei sempre bellissima perché "sei l'amica mia"

... quelle per cui "ma come ca**o te sei vestita Nàima, te prego, ma anche no!" e giù a ridere di te ma è solo perché ti vogliono bene

... quelle con un sorriso così dolce che meritano tutto il bene che gli vuoi

... quelle che non ti criticano, ti massacrano proprio. Ma lo fanno con tanto di quell'affetto nella voce che come fai a incavolarti...

... quelle che ti accolgono a braccia aperte. Sempre.

... quelle che ti carezzano il braccio mentre piangi. Così come farebbe una madre

... quelle con cui ogni idea pazza ti passi per la testa loro ci sono sempre e sono pronte a buttarsi nella mischia con te

e infine...

... quelle che hai perso per strada, che vangon poca cosa e sicuramente non erano amiche...

p.s. Fatti, persone e personaggi non sono inventati ma mai - nemmeno sotto tortura - assocerò eventi e nomi perché la parola ultima è che

le amiche
...quelle per cui i segreti me li porto nella tomba 'che mi faranno compagnia per l'eternità

Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento