Nai e la grattachecca




La Grattachecca a Roma è un’istituzione, una tradizione antica portata avanti dai pochi chioschi autorizzati sparsi per i quartieri storici, un rito fatto di ore a cercare parcheggio e di file interminabili sotto il cielo d’Agosto, tutto ciò per accaparrarsi cosa? Un bicchiere di plastica pieno di ghiaccio grattato a mano, “condito” da sciroppi colorati, pezzi di cocco e frutta sciroppata. 


Rinfrescante e pittoresca, nell’aspetto come nel nome, la grattachecca, badate bene, non è solo ghiaccio zuccherino: non esiste un romano che non l’abbia assaggiata ed anche per i turisti, un tour enogastronomico che si rispetti, non può prescindere da una tappa simile, perché solo quando “mangi” una grattachecca, puoi dire di aver assaporato Roma.
Ultimamente però, da radicata realtà provinciale, è balzata agli onori della cronaca italiana, visto che la seguente domanda è stata inserita nei test di ammissione per la laurea in professioni sanitarie de La Sapienza: "Nei pressi del noto liceo Tacito di Roma si trova la "grattachecca di Sora Maria*", molto nota tra i giovani romani. Sapresti indicare con quali gusti viene realizzata? Menta, limone, amarena oppure cioccolato?" 
Evitiamo commenti e considerazioni in merito, lasciamo le testate giornalistiche a disquisire sui “privilegi degli studenti romani rispetto a quelli fuori sede” o sul “ disorientamento volontario degli esaminandi”; io preferisco immaginarmi la scena. Esterno giorno: alcuni uomini e donne in vestito scuro sono in fila davanti al Chiosco della Sora Maria, nel quartiere Prati, pagano le loro grattachecche: menta, limone ed amarena. Mentre se ne dissetano chiacchierano del più e del meno e finiscono per parlare dell’argomento che più li angoscia: è sempre così difficile trovare nuove domande per i test di ammissione…..

* la grattachecca di Sora Maria, è quella della foto di sinistra; gli ingredienti sono: sciroppo di tamarindo, amarena e arancio con pezzetti di limone, cocco e amarena al frutto. €3,50

Cerco una canzone da associare alla grattachecca e a S. che l'ha condivisa con me e mi accorgo di saper tante cose di lei, tranne i suoi gusti musicali. Azzardo con:
Gimme a little sing - Brenton Wood  Link You Tube

Share this:

CONVERSATION

2 commenti:

  1. La grattachecca era buonissima, un po' troppo dolce ma è stata sicuramente la mia golosa idea di farci aggiungere le amarene in frutto= sciroppate oltre allo sciroppo!
    W i red hot chili peppers e i depeche mode, oltre a Battiato, Branduardi.... :-)

    RispondiElimina
  2. il mio prossimo acquisto è lo sciroppo di tamarindo, se poi esistesse un attrezzo che trita il ghiaccio proprio come fà Maria....bè....lo acquisterei in un batter d'occhio!
    Red Hot? mai avrei detto?

    RispondiElimina