Colazione: latte di riso con muesli croccante, semi di zucca, varie ed eventuali


Vi ho già detto che da un mesetto a questa parte la mia alimentazione è cambiata? Ora mangio poca carne, un po' di pesce, tantissimi legumi, cereali e verdure, raramente dolci, quasi mai formaggi - eccezion fatta per lo stracchino, la ricotta e qualche mozzarella - a volte pasta e qualche pezzetto di pane tostato qua e là.
Anche la mia colazione è cambiata. A parlarvi è una che qualche anno fa beveva 450 ml di latte con dentro il contenuto di caffè di una moka da uno e a seguire tre o quattro fette biscottate con la marmellata. Poi questa persona è rinsavita passando a 450 ml di tè al limone con un cucchiaino di zucchero, e 4 oro saiwa. 
Ed è andata avanti così per quasi tre anni. A tutt'oggi però, vuoi per un motivo vuoi per l'altro, il tè è stato - a malincuore - abbandonato, gli oro saiwa dopo tre anni ma anche no, il latte percaritàdidddio e così la rivoluzione alimentare di cui sopra ha finito per investire anche la colazione.
Si parte dal muesli, croccante o meno, l'importante è che non contenga olio di palma e, nel mio caso, cioccolato; graditissima invece la frutta disidratata (primi fra tutti il cocco e la banana). Poi aggiungo dei bon bon di crusca che riempiono lo stomaco e aiutano a tener a freno l'appetito. Le varianti per ora sono i cereali soffiati, come il kamut, tanto per dirne uno. Obbligatori invece, vista la mia dieta oramai povera di grassi, una manciatina di semi di zucca (ma ottimi anche quelli di girasole) che apportano acidi grassi polinsaturi e altri minerali utilissimi all'organismo.
In ultimo il latte. Ho provato prima con la soia di cui leggo spesso nei vari blog e che dai - diciamocelo - va molto di moda. Poi ho capito che questa moda del "facciamoci del male, beviamo la soia e non lamentiamoci se fa schifo perché....fa tanto figo bere soia!" non era per me, così sono passata al più sfigato latte di riso. Dolce - si lamentano in tanti - non eccessivamente, aggiungo io. Ottimo sia per colazione che come sostituto del latte in varie altre preparazioni (come le crepes, le uova strapazzate ecc.) Ovviamente non in dosi da 450 ml bensì in piccole tazze a misura d'uomo.
Perchè la rivoluzione inzia dal mattino :)

Oggi vi lascio una perla di saggezza di mio padre, fresca della pausa pranzo, un rafforzativo del mio generico "il migliore c'ha la rogna". Perché non c'è che dire, i miei genitori, stanno un pezzo avanti!
"Con le budella dei buoni bisognerebbe impiccarci i cattivi"
 


Share this:

COMMENTS

0 commenti:

Posta un commento